Foto di Eleonora Bove per FPA

Cittadinanza digitale: “Senza un’ontologia comune la condivisione non esiste”

Il Piano triennale per l’informatica pubblica parla di un “nuovo modello di interoperabilità”, che possa garantire la corretta interazione tra cittadini, imprese e PA e favorire la condivisione trasparente di dati, informazioni, piattaforme e servizi, attraverso determinati standard tecnologici. Il principio che sta alla base di questa trasformazione, informatica ma soprattutto di processo, è l’once only principle, già citato nel Piano d’azione dell’UE per l’eGovernment 2016-2020 e grande protagonista nelle attività di advocacy che FPA ha portato avanti nel corso degli anni. Il termine mutuato dalla lingua inglese significa semplicemente che le pubbliche amministrazioni dovrebbero evitare di chiedere ai cittadini e alle imprese informazioni già in loro possesso, adoperandosi per riutilizzare internamente tali informazioni, ovviamente nel rispetto delle norme in materia di protezione dei dati. Ci sono indicazioni normative, ma c’è anche il buon senso a chiederlo.

Il tema è stato al centro del secondo incontro del Cantiere Cittadinanza digitale, che FPA organizza in collaborazione con il Comune di Milano e il supporto di aziende leader nel settore quali Fastweb, Poste Italiane e Sielte. Anche in questa occasione siamo stati ospiti del Comune e, con la moderazione del presidente di FPA Carlo Mochi Sismondi, il dibattito ha cercato da una parte di identificare i possibili ostacoli all’attuazione del nuovo modello di interoperabilità e le potenziali ricadute sul concetto di cittadinanza digitale, dall’altra di estrapolare dei modelli di azione sulla base delle esperienze portate al tavolo dai suoi membri.

L’obiettivo del Cantiere Cittadinanza digitale è quello di lavorare, in questa prima fase, ad un’ontologia comune che possa essere poi condivisa tra le amministrazioni. Il fine è di agevolare la comunicazione delle informazioni e semplificare, non solo il rapporto PA e cittadino, ma anche i processi e gli scambi tra PA diverse.