Intervista di Eleonora Bove a Daniele Tumietto

Cad, perché Spid e identità digitale non sono la stessa cosa

di Daniele Tumietto, esperto Uninfo – Cantiere Documenti digitali

L’Identità digitale e SPID sono due cose che appaiono simili, ma hanno differenze fondamentali. L’Identità digitale è uno dei servizi fiduciari definito dal Regolamento UE 914/2016 ed è in vigore in ogni Stato membro della Unione Europea. Mentre SPID è il sistema nazionale di identificazione digitale che è rilasciato, al momento, da soggetti privati.
Questa premessa è fondamentale per comprendere perchè equiparare SPID all’Identità digitale è sbagliato e pericoloso.
Sbagliato perché l’art. 117 comma 2, lettera i) riserva allo Stato tutta l’attività delle Anagrafi, e quindi anche l’accertamento dell’Identità di una persona. Solo funzionari pubblici, appositamente preparati e delegati possono accertare l’Identità di una persona. Mentre SPID può essere richiesto e rilasciato mediante un’identificazione del richiedente che non è paragonabile a quella indicata sopra.
Guarda l’intervista di Eleonora Bove a Daniele Tumietto: “Ecco cosa non va nel Cad”
Giova ricordare che in passato è già capitato che dei soggetti si sono procurati  una copia indebita della cosiddetta firma digitale e, con quella, hanno rubato letteralmente l’azienda a un imprenditore, che era all’oscuro di tutto. Non entro qui nel dettaglio di quella vicenda, ma se l’identificazione dell’Identità del richiedente fosse avvenuta davanti ad un pubblico funzionario dell’anagrafe, tutto ciò non sarebbe accaduto.