Photo by rawpixel.com on Unsplash

Comune di Bari, servizi digitali unici e un portale di monitoraggio dati: ecco l’esperienza

di Antonio Cantatore, Direttore Ripartizione Innovazione Tecnologica, Sistemi Informativi e Tlc e Valerio Summo, funzionario informatico, Comune di Bari

 

Il Comune di Bari è impegnato da diversi anni nella pianificazione, organizzazione e implementazione di metodologie in grado di migliorare la vita del cittadino facendo leva su servizi tecnologici a valore aggiunto. In particolare, nella definizione dell’Agenda Digitale dell’ente, si è deciso di perseguire tale obiettivo con la realizzazione di una piattaforma di eGovernment per la cooperazione applicativa tra Pubbliche Amministrazioni in tutta la Città Metropolitana di Bari. Tale piattaforma è in grado di fornire servizi pubblici online rivolti a cittadini ed imprese a favore di una maggiore partecipazione e di una sempre più concreta cittadinanza digitale.

L’idea nasce dalla necessità di cercare nuovi strumenti in grado di affrontare la carenza di competenze e gli ostacoli burocratici delle Pubbliche Amministrazioni locali così da rispondere ai bisogni dei cittadini attraverso la realizzazione di nuovi servizi pubblici più efficienti e di migliore qualità. Si è quindi perseguita questa idea cercando di sviluppare una rete tra i Comuni dell’Area Metropolitana che condividesse standard, infrastrutture e servizi digitali come requisiti di base per la realizzazione di nuovi servizi pubblici di innovazione tecnologica e per l’analisi delle dinamiche del territorio, analizzando grandi quantità di dati in un ambiente eterogeneo e distribuito.

Uno dei vettori attuativi più importanti è stato quello di migliorare quindi il ‘digital level’ dei Comuni della Città Metropolitana di Bari attraverso la semplificazione e digitalizzazione delle procedure amministrative, seguendo prevalentemente le linee guida AgID e le principali piattaforme nazionali come quelle di SPID, PagoPA, SPCoop, archiviazione digitale e firma digitale. Da un punto di vista progettuale e realizzativo, la soluzione sviluppata dal Comune di Bari è costituita da una piattaforma software il cui valore aggiunto sta nell’integrazione e nell’interoperabilità di vari moduli tra cui:

  • Una piattaforma web e multicanale di eGovernment orientata al cittadino in grado di fornire servizi on demand (emissione di certificati, pagamento tributi, visure, etc.) e ricevere istanze e dichiarazioni direttamente dai cittadini, consentendo di ridurre sprechi di tempo in coda alle file degli sportelli pubblici (Progetto ‘E-Government Area Vasta – Città Metropolitana di Bari, finanziato con i Fondi Europei per lo Sviluppo Regionali 2007/2013’)
  • Un’innovativa piattaforma di Monitoraggio Urbano (Urban Control Center) come strumento di rilevazione finalizzato ad acquisire il maggior numero di informazioni dalla città (Internet of Things) e dai cittadini, orientare le scelte del decisore pubblico, monitorare gli impatti delle politiche adottate, accrescendo dialogo e confronto con i cittadini (Progetto M.U.S.I.C.A. – Monitoraggio Urbano attraverso Soluzioni Innovative per Città Agili, finanziato con i Fondi Europei per lo Sviluppo Regionali 2007/2013’)
  • La piattaforma BaRisolve, un’app per dispositivi mobili per il problem-solving, che consente al cittadino di inviare segnalazioni all’amministrazione comunale riguardo il contesto urbano (degrado urbano, presenza buche stradali, etc.)
  • Portale Open Data in grado di restituire dati ed informazioni a cittadini ed imprese

L’utilizzo della piattaforma web di eGovernment e l’erogazione dei servizi annessi, così come l’app BaRisolve, contribuiscono ad alimentare l’Urban Control Center che, grazie all’integrazione di altre fonti eterogenee di dati, strutturati e non (Sistemi Informativi Settoriali delle Ripartizioni del Comune di Bari, Sistema di videosorveglianza intelligente, Database di Enti Municipalizzate, Sistemi Informativi di Enti esterni come ENEL, ARPA, AQP, consumi energetici e termici di edifici pubblici, Social Network), analizza e processa dati con algoritmi di Business Intelligence e Machine Learning, restituendo indicatori tramite una dashboard ai decision maker comunali, dando loro l’opportunità di avere una profonda visione del contesto urbano così da prendere le decisioni più appropriate. L’Urban Control Center fornisce quindi un sistema di monitoraggio, in grado di elaborare i dati e trasformarli da grezzi ad indicatori analitici e statistici, affrontando così la sfida della modernizzazione della governance locale, la responsabilità del settore pubblico e la trasformazione digitale tramite nuove tecnologie.

La realizzazione della piattaforma software ha portato all’amministrazione comunale numerosi benefici in termini di efficacia (maggiore qualità delle prestazioni, competenze, tempestività, sicurezza, personalizzazione, replicabilità dell’esperienza in altri contesti), efficienza (riduzione di costi e risorse impiegate, errori e tempi di processo) e governo (monitoraggio e controllo, tempestività e trasparenza delle informazioni, standardizzazione procedure).

La maggiori  criticità affrontate durante lo svolgimento del progetto sono invece relative agli investimenti ed ai costi necessari che si sono dovuti sostenere per garantire l’adeguamento tecnologico necessario, alle necessità dei cambiamenti organizzativi e relativa resistenza da parte del management, cultura delle persone legata a modelli di lavoro tradizionali.

Obiettivi raggiunti e principali numeri di progetto:

  • Un portale web per l’accesso ai servizi online
  • Più di 50 servizi pubblici online
  • 30 Comuni della Città Metropolitana di Bari che partecipano alla cosiddetta Area Vasta – Metropoli Terra di Bari
  • Numerosi stakeholder pubblici e privati coinvolti nel progetto
  • Circa 1 milione di utenti
  • Più di 10000 richieste di servizio con il 75% di feedback positivi ricevuti dai cittadini
  • Un portale web ‘Urban Control Center’ per il monitoraggio della città
  • Più di 150 indicatori tematici definiti nel cruscotto
  • Allestimento di un Urban Center cittadino nel centro della città di Bari

I risultati positivi ad oggi ottenuti pongono le basi per una evoluzione ed una sostenibilità nel futuro del progetto sia dal punto di vista economico finanziario che di sviluppo tecnologico. In particolare, il Comune di Bari ha già messo in piano una serie di attività che, grazie ai nuovi finanziamenti del PON Metro 2014-2010 e del civico bilancio, saranno in grado di garantire una copertura di manutenzione sia evolutiva che ordinaria degli attuali servizi.

 

Foto di rawpixel.com