Report 2016

Dal confronto e lavoro di analisi portato avanti dai protagonisti del Cantiere Pagamenti digitali nel corso del 2016, nasce il report Il digitale che entra nei sistemi di pagamento alla PA.

Il gruppo di lavoro, coordinato da Roberto Garavaglia e composto da dirigenti e funzionari delle amministrazioni centrali e locali responsabili dei progetti sui pagamenti digitali, esponenti del mondo dell’accademia e della ricerca e rappresentanti delle aziende partner del Cantiere, ha dato vita ad un ricco e articolato dibattito sulla diffusione dei pagamenti digitali in Italia e dei servizi attivati dalle amministrazioni aderenti alla piattaforma pagoPA.

All’analisi dello stato dell’arte seguono alcune riflessioni sui possibili scenari evolutivi, connessi in particolare all’affermazione dei nuovi sistemi di pagamento digitale. L’indagine proposta dal report si focalizza su alcuni temi di particolare rilevanza strategica:

 

  1. il ruolo abilitante della normativa europea e nazionale in tema di pagamenti digitali, alla luce delle principali novità legislative intervenute nel corso del 2016, vale a dire la nuova direttiva europea sui servizi di pagamento (c.d. PSD2) e il novellato art. 5 del nuovo Codice dell’Amministrazione Digitale;
  2. il ruolo centrale del Sistema Pubblico di Identità Digitale nel garantire l’operatività del Nodo dei Pagamenti e le possibili modalità di impiego di SPID a supporto di pagoPA volte a semplificare maggiormente la user experience del cittadino;
  3. il ruolo chiave che la Pubblica Amministrazione può ricoprire nello sviluppo dei pagamenti elettronici in Italia e le possibili azioni da intraprendere per abilitare tale ruolo, in termini di attivazione dei cittadini, informazione, comunicazione e semplificazione, servizi di assistenza all’utenza, sistemi di pagamento più innovativi e sostenibili, perfezionamento di PagoPA, ecc;
  4. il confronto tra costi connessi alla realizzazione e al mantenimento di nuovi servizi di pagamento può apparire alto inizialmente e benefici in termini di efficienza e risparmio ottenibili dalle amministrazioni una volta a pieno regime.

Per ciascun ambito vengono proposte alcune raccomandazioni prioritarie che FPA offre al decisore politico e ai responsabili di questa delicata policy.

NB. Il volume è gratuito, è necessario essere iscritti alla community di FPA, per scaricarlo CLICCARE QUI.

In caso di estrazione e utilizzo di parti della ricerca si prega di citare la FONTE: Il digitale che entra nei sistemi di pagamento alla PA – dicembre 2016, Edizioni ForumPA